,
Friday, 07 May 2021 10:11 GMT

PORTO ROTONDO TRAVOLTA DA ATTI VANDALICI


(MENAFN - EIN Presswire) VIII Tappa BIAS 2020. Porto Rotondo teatro di violenze. Danneggiate prestigiose opere d'arte. Estema civiltà invece da parte di BIAS, artisti e Direttrice

OLBIA, SARDEGNA, ITALIA, August 11, 2020 / EINPresswire.com / -- Era la sera di venerdì 24 luglio, ore 18.00, quando Porto Rotondo si animava di persone gioiose, amanti d'arte, collezionisti, semplici curiosi e turisti accorsi in Piazzetta San Marco da tutta Europa per l'inaugurazione dell'ottava tappa BIAS – Biennale Internazionale di Arte Contemporanea Sacra delle religioni e credenze dell'Umanità, partita da Venezia il 12 giugno scorso con un'inaugurazione dedicata presso la darsena e l'antico porto della Marina di Sant'Elena.

Tuttavia, quello che doveva essere un piacevole percorso di arte e cultura da fruire liberamente nello storico borgo di Porto Rotondo si è trasformato in un incubo tra statue brutalmente rotte e addirittura decapitate, opere rabbiosamente spaccate e in taluni casi saccheggiate per ingenti danni economici oltre che d'immagine per la città, colpita da atti vandalici non lontano da Piazza Cascella, Piazza Ceroli e dalla vecchia darsena, tutte volute dal compianto Nicolò Donà dalle Rose.

5 gli artisti BIAS 2020 presenti a Porto Rotondo ( Cristiano e Patrizio Alviti per ALVITIART , Rosa Mundi , Camilla Ancilotto e Margherita Grasselli) su 100 coinvolti a livello worldwide e chiamati ad interpretare il duplice tema di Tempo e Gioco. Sono state violentemente divelte le opere pittoriche interne a due sfere armillari di Rosa Mundi, i bozzetti originali di due monumentali sculture di Cristiano Alviti e sono state rovinate con estrema violenza anche due opere di Margherita Grasselli, raffiguranti bambine in procinto di giocare, spaccate all'altezza della gambe e del basamento. Si stanno effettuando controlli sulle opere della Ancilotto che al momento sembra essere rimasta immune da tanta violenza.

La BIAS oltre al patrocinio del Consorzio di Porto Rotondo e di tanti altri enti pubblici e privati del luogo è stata promossa dalla PRM srl, proprietaria dei terreni di Porto Rotondo, della Fondazione veneziana Donà dalle Rose, da WISH e dall'acqua San Martino con l'obiettivo di diffondere una Nuova Arte, scevra di pregiudizi e confini, incentrata sul Rispetto dell'Altro e del Diverso.

Francesco e Chiara Donà dalle Rose, sulle orme di Nicolò e Françoise Donà dalle Rose a capo della Fondazione Donà dalle Rose, dopo più di un ventennio di attività e di promozione dell'arte e della cultura del collezionismo e soprattutto del mecenatismo di cui sono interpreti incontrastati nella memoria e nelle loro quotidiane azioni da più di 600 anni, ci tengono a sottolineare che 'Nonostante la gravità di quanto avvenuto, BIAS non si ferma di fronte all'inciviltà di un manipolo di vandali. Non si piega né retrocede ma anzi reagisce e risponde con un atto assoluto di coraggio sostenendo il restauro delle opere danneggiate e confermando la propria presenza a oltranza in territorio sardo, nello specifico a Porto Rotondo. Verranno comunque adottati provvedimenti e tramite l'aiuto sia delle forze dell'ordine sia di chi vorrà aiutarci con eventuali segnalazioni, siamo certi che si risalirà ai colpevoli e che questa triste parentesi verrà presto chiusa".

Sono in corso numerosi accertamenti e come dice la direttrice BIAS, Chiara Modica Donà dalle Rose: 'Veritas filia temporis. Tre cose non possono essere nascoste a lungo: il sole, la luna e la verità. I colpevoli e coloro che li hanno allevati e sostenuti in tutta evidenza, come le menzogne, hanno le gambe corte. BIAS e gli artisti che la rappresentano e la rendono viva, di biennio in biennio, sono dei veri professionisti che vivono per e nell'arte e conoscono bene il linguaggio e la forza delle loro mani e del loro pensiero che hanno direzionato, anche in questo frangente, univocamente verso il ripristino delle opere danneggiate".

Giordana Sapienza
Ufficio Stampa BIAS 2020
+39 342 853 8791
email us here


Legal Disclaimer:
MENAFN provides the information “as is” without warranty of any kind. We do not accept any responsibility or liability for the accuracy, content, images, videos, licenses, completeness, legality, or reliability of the information contained in this article. If you have any complaints or copyright issues related to this article, kindly contact the provider above.

Sustainability Drive 2021